giovedì 24 settembre 2009

Un momento di riflessione

In questa lunga estate, girovagando di quà e di là per siti, ho trovato questo bellissimo testo...ti fa riflettere su molte cose, se volete fatemi sapere che cosa ne pensate...

Buona lettura!!!!!!!

Ciao

C'era una volta una coppia con un figlio di 12 anni e un asino. Decisero
di viaggiare, di lavorare e di conoscere il mondo. Cosi partirono tutti
e tre con il loro asino.
Arrivati nel primo paese, la gente commentava: "guardate quel ragazzo
quanto e maleducato... lui sull'asino e i poveri genitori, già anziani,
che lo tirano" Allora la moglie disse a suo marito: "non permettiamo che
la gente parli male di nostro figlio." Il marito lo fece scendere e salì
sull'asino.
Arrivati al secondo paese, la gente mormorava: "guardate che
svergognato quel tipo... lascia che il ragazzo e la povera moglie tirino
l'asino, mentre lui vi sta comodamente in groppa."
Allora, presero la decisione di far salire la moglie, mentre padre e
figlio tenevano le redini per tirare l'asino.
Arrivati al terzo paese, la gente commentava: "pover'uomo! dopo aver
lavorato tutto il giorno, lascia che la moglie salga sull'asino. e
povero figlio. chissa cosa gli spetta, con una madre del genere!
Allora si misero d'accordo e decisero di sedersi tutti e tre sull'asino
per cominciare nuovamente il pellegrinaggio.
Arrivati al paese successivo, ascoltarono cosa diceva la gente del
paese: sono delle bestie, più bestie dell'asino che li porta, gli
spaccheranno la schiena!
Alla fine, decisero di scendere tutti e camminare insieme all'asino.
ma, passando per il paese seguente, non potevano credere a ciò che le
voci dicevano ridendo: guarda quei tre idioti; camminano, anche se
hanno un asino che potrebbe portarli!
Conclusione: ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà
difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei.
Quindi: vivi come credi. fai cosa ti dice il cuore... ciò che vuoi...
una vita e un'opera di teatro che non ha prove iniziali.
quindi:
canta, ridi, balla, ama... e vivi intensamente ogni momento della tua
vita... prima che cali il sipario e l'opera finisca senza applausi.


Charlie Chaplin


lunedì 3 agosto 2009

W si và in vacanza !!!!!



Ragazzi io vi saluto, vado in vacanza, ci rivedremo a settembre...

AUGURO A TUTTI VOI UNA FELICISSIMA ESTATE !!!!

giovedì 16 luglio 2009

Appunti di teatro


Teatro...che bello ritornare da te dopo tanti anni...sentire il profumo del palco, le assi sotto i miei piedi scricchiolare...il pubblico che applaude, che ti dà il suo calore...

Tutto questo l'ho vissuto per 12 giorni, giorni bellissimi, intensi, speciali...dopo mesi di prove, difficili siamo giunti alle fatidiche serate, la prova de nove.
Purtroppo abbiamo avuto poco pubblico e siamo stati sfortunati con il tempo, ma non ci siamo mai arresi.
Ma l'avventura non è terminata con le 12 sere, continuerà per tutto l'anno...sono felicissima!!!!!!!

mercoledì 1 luglio 2009

Scusate...

Ciao ragazzi,
chiedo scusa a tutti per questa prolungata assenza, ma sono oberata di lavoro dalla testa ai piedi...ci sentiamo la prossima settimana!!!
A presto!!!!

martedì 16 giugno 2009

Percorsi urbani





Inizio questa settimana con una rubrica intitolata "Percorsi urbani"; si tratta di un viaggio attraverso le più belle città (italiane e straniere), utilizzerò la mia macchinetta fotografica. 
Cercherò di darvi scorci inusuali di ogni cosa che incontrerò, spero che vi piaccia!

Oggi parto con Padova!!!






martedì 9 giugno 2009

Le stagioni del mio cuore

Una dolce brezza spazza via le ultime nuvole

di un lungo e gelido inverno,

lasciando al suo posto un timido e tenero sole,

che con i suoi raggi riscalda la terra.

La natura riprende a vivere e come lei anch’io;

tutto in me si rianima.

Il mio cuore scalpita, freme dal desiderio di aprirsi

alla vita e di far fiorire i boccioli di rosa con spine,

che sono sepolti nelle segrete della mia anima.

Ci vuole un’infinita pazienza per farle sbocciare,

per questo serve un “concime” unico e prezioso:

“L’AMORE”.

Nessun uomo può vivere senza l’apporto di questo

splendido sentimento.


Campagna, in un pomeriggio afoso

le cicale cantano nel biondo campo di grano.

L’estate è giunta!

Con lei arrivano impetuose le passioni brucianti del cuore.

Quelle che ti avvolgono in un mortale abbraccio,

e non ti lasciano più.

Ti danno l’illusione di un amore possibile,

nato su una piccola spiaggia, in una cittadina

che in quel momento non ti ricordi il nome,

perché hai altro da guardare.


Piano piano la natura comincia a colorarsi di:

giallo rosso marrone verde prugna.

L’aria si fa più fresca ed il mio cuore,

a poco a poco si spegne.

Cumuli di nere nubi, cariche di pioggia,

rombano in lontananza, pronte a scaricare

nella terra la linfa vitale di cui necessita

ogni essere vivente; l’acqua!

In cielo stormi di uccelli neri,

sono pronti per partire verso mete lontane.

Ed io rimango in silenzio, ascolto i suoni

e odoro i profumi della terra.


Gli animali nelle loro tane attendono.

L’uomo, davanti ad un camino, attende.

I bambini attendono il Natale.

L’anno vecchio attende il nuovo anno.

Io attendo.

Tutto è un’attesa a qualcosa.

Poi finalmente…


Una dolce brezza spazza via le ultime nuvole

di un lungo e gelido inverno……….

E’ il ciclo delle stagioni che si sussegue

ininterrottamente per l’eternità.

Tutto è un ripetersi, senza fine.

lunedì 8 giugno 2009

Primo post.

Una valigia aperta, appoggiata sul letto…è vuota.

Mi sto preparando per partire, farò un lungo viaggio,


Il mio viaggio


Inserisco un quaderno ed una matita,

non mi serve altro…si riempirà lungo

la strada, con odori, persone, immagini…

Il treno fischia in lontananza!!!!


Si parte…